Libro degli ospiti

Autore: vitangelo moscarda

me ne frego

C'è qualcosa di nuovo oggi nel il sole , anzi d'antico ..... ????? E' una domanda che come sempre non esige risposta ......perche' come sempre .....me ne frego
09/06/2012 22.11.00
Autore: valcas
Città:to
Email:valcas@katamail.com

ndenna

Ndenna
Ama nghianà a ndenna!
Sopa sopa sopa fin'a cunocchia.
A u primo ch'arriva a meglio tacca.
E appena cala abbascio u sckangio è fatto.
Nu viccio, nu haddo, na vissica,
nu panaro i cerase maiatiche a carrozze,
na pastarella, nu viscotto a otto
na iascaredda i vino a mugliavocca.
Coppia fissa
Cume vai lloco u tembo? Qua andeia.
E cume state? Bbone! Mi nni preio.
Pi mmo nu pozzo vinì ma i sicuro
cundatemme pi avuzà a ndenna.
Aggià virè dirittà a tuccà ngelo
ca cunicchia ngirchiata.
Coppia fissa ca nu se lassa
mango a cannunate.
28/05/2012 11.21.00
Autore: valerio
Città:torino
Email:valcas@katamail.com

sciarro

Sciarro i savuzizzo
Uno contr'a l'ato,
nu sciarro, na vindura
cundata sop' a chiazza,
marumé chi fihura.
Amu persa a capo,
amu perso u iurizio.
Tutto è cumingiato
pi sparte nu savuzizzo.
“So tre ore ca tu rico,
ma to fai finda i nennde.
U trozzolo vole esse
bello granne, competende.
E noo bello meio!
Cchiù zinno u fai
e cchiù parte nne venno
e accurdate ci poi tene
ggende avissimende.
.

I nostri paesani non sono economisti o giuristi tuttavia si cimentano in discussioni non di poco conto...


23/05/2012 14.35.00
Autore: Valerio
Città:Torino
Email:valcas@katamail.com

PRME



Parme
Pure le uagliuni alerte
a fa parme tutt'a sera
Ognaruna distinata,
ma una cchiù bell'i l'ata.
Angora ne vaie u fruscio
e u curri curri
ra Mbaraterra fino a Nzalicata.
Ra tempa u Chiano i l'ereva ,
a scurdata.
E da requesta i cundi ruci
e a furtuna i na scusciglia,
Parme belle b'in'rette
s'allorehesse sta famiglia.

To, 2\4\2012



I ramoscelli di ulivo erano variamente guarniti con fiori di carta colorati. Si portavano in chiesa il giorno delle palme per essere benedetti e poi prima del pranzo i bambini correvano per il paese per portarle in dono ai familiari ( zii, nonni ecc.). Più la famiglia era grande, più aumentavano le probabilità di fare una buona “raccolta”, ma più bisognava correre...


02/04/2012 14.43.00
Autore: modus vivendi

L'ORATORIO

...lo so è passato tanto tempo ma il ricordo è chiaro , nitido e lo voglio ricordare scrivendolo : giocavamo "ai 4 cantoni" e anche a "ruba bandiera" insieme "al cerchio" "a nizza" e ancora altri , poi c'era il Catechismo , a me non entusiasmava molto , perche' con il modo di pensare di allora ritenevo che togliere tempo al gioco era cosa "cattiva e ingiusta" comunque volente o nolente ci andavo. Oggi , è passato tanto tempo , ho vissuto molte situazioni , e del Catechismo di allora insieme alla Messa di allora mi è rimasto un canto che mi ritorna ogni tanto in mente "...per i miseri imploro il perdono per i deboli imploro pieta' .." CHI è senza peccato scagli la prima pietra
27/03/2012 15.34.00
Totale 92 messaggi